Ortopantomografia (OPT)Ortopantomografia (OPT)

Popolarmente anche nota come “Panoramica dentale“, o più semplicemente “Panoramica“, l’OPT è un’indagine radiografica finalizzata allo studio di entrambe le Arcate dentarie con un’unica esposizione. Con la stessa tecnica è inoltre possibile eseguire delle specifiche Radiografie delle Articolazioni Temporo-Mandibolari (ATM), sia a Bocca aperta che a Bocca chiusa.

Le indicazioni cliniche di questo tipo di esame sono:

– ricerca di foci dentali, carie, granulomi o neoplasie;

– analisi dello stato di dentizione;

– studio delle disodontiasi e delle paradontiti;

– ricerca di fratture osse a carico della Mandibola;

– controllo in posizionamento di mezzi di osteosintesi.

Prima di invitare il/la paziente ad accedere all’interno della Sala diagnostica ove si trova l’apparecchiatura dedicata alle OPT, è buona norma che il TSRM si assicuri che il sistema Tubo-Detettore si trovi nella posizione di partenza (posizione 0) e che la copertura di plastica monouso della Spatola sia stata sostituita (motivazioni igieniche).

A questo punto è possibile procedere con l’esecuzione dell’esame:

– verificare la correttezza dei dati anagrafici, che il quesito clinico sia giustificato e, nel caso si trattasse di un paziente di sesso femminile in età fertile, accertarsi che non vi sia una gravidanza in corso;

– invitare il/la paziente a rimuovere qualunque oggetto metallico rimovibile sia dalla Testa che dal Collo;

– invitare il/la paziente a porsi all’interno dell’apparecchio;

– regolare l’altezza dello Stativo;

– invitare il/la paziente a mantenere saldamente con le Mani la Maniglia sita innanzi a sé;

– invitare il/la paziente a unire i Piede e a portarli in avanti, obliquando di conseguenza leggermente il corpo (Posizione dello Sciatore d’acqua); questo accorgimento permette di conseguire una distensione del Rachide Cervicale e quindi una sua esclusione dal Campo di Vista (FOV). Al tempo stesso vengono fatte abbassare le Spalle affinché non intralcino la rotazione del complesso Tubo-Detettore;

– invitare il/la paziente ad appoggiare il Mento sul Supporto mentoniero e a mordere la Spatola rivestita di plastica monouso assicurandosi che i Denti di ambedue le Arcate si inseriscano nell’incisura;

– verificare che la posizione così assunta sia adeguata servendosi dei Laser di centratura: con il Laser trasverso ci si assicura che il Piano di Francoforte risulti // al calpestio mentre con il Laser longitudinale ci si assicura che il Piano Sagittale Mediano (PSM) sia ⟂ al Supporto mentoniero;

– immobilizzare la Testa servendosi degli appositi Ferma-testa;

– invitare il/la paziente a sollevare la Lingua di modo che sia a pieno contatto con il Palato duro; questo accorgimento consente di migliorare il contrasto radiografico dell’immagine dal momento che l’aria viene di conseguenza dispersa;

– acquisizione dell’immagine panoramica (durata di circa 10 secondi);

– appurato che tutti i Criteri di Correttezza sono stati soddisfatti, si elabora eventualmente l’immagine con le funzioni di Post-Processing;

– invio dell’immagine panoramica a PACS e alla Stampante per poter riprodurre su pellicola l’anatomia studiata (N.B.: impostare un rapporto di stampa 1:1).

Posizione pazienteOrtostasi – Seduta
Piano Sagittale Mediano (PSM)⟂ al Supporto mentoniero
Piano di Francoforte// al calpestio
Distanza Fuoco-Film (DFF)Fissa
Parametri di esposizione72 kV – 25 mAs
Griglia antidiffusione

Criteri di Correttezza

– Rappresentazione completa, simmetrica e a fuoco della Mandibola, di entrambe le ATM e di entrambe le Arcate dentarie, compresi quindi tutti i singoli Denti e i relativi Processi alveolari;

– Assenza di artefatti da oggetti metallici rimovibili e da movimento del paziente;

– Assenza di sovrapposizione del Rachide Cervicale in corrispondenza dell’anatomia che costituisce da oggetto dell’indagine.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •